Clementino – Cenere Testo e Video


Ecco il testo Originale di Clementino – Cenere  La Furia in Fondo il Video

La mia vita che passa in un tiro di gas soporifero e cassa
Se ci vuole un secondo per dimenticare magia che si incastra
chi viene dalla polvere diventa fuoco poi cenere e basta
che fatica la vita cammino da solo e nessuno mi guasta

continuo a prendere le botte ma non mi fa niente
arrivo male fino alla notte che mi sorprende
e ricordare quante volte mi chiami incosciente
ed arrivare fino al monte col sole cocente
una mattina guardo su e piovono meteoriti
schiantati i pregiudizi di sogni traditi
prego l’alfa e l’omega tutti i riti
guardi terre di giù e dopo tu ci ridi

Chiuso in un recinto che sarà
fuori solo chi ha più’ identità
la gente che intorno mormora
ma domani che succederà
ora che va bene tra di noi
mentre tu provvedi ai fatti tuoi
ci ritroveremo ancora qua
e cenere nell’aria volerà

seduti a tavola
qui nella mia città’
e scappare è un’impresa che sazia
evitando anche il colpo di grazia
i ragazzi che c’hanno una età
e lo sai che qualcosa accada
e scappare è un’impresa che sazia
solo cenere rimarrà’ impressa

Persi nella cenere, cenere, cenere
Ognuno del suo genere, genere, genere
Scappando dalle tenebre
ritorneremo polvere, polvere, polvere

Conto i passi veloci gli sguardi di tutti i passanti presenti
dai più ladri i feroci i più finti, la giacca, i collari tra i denti
il calore qui sotto si amplifica come il richiamo in foresta
il lavoro che non ti nobilita perché lo sai che non c’è qua
parte quella sensazione che ti prende
che domani poi vedi non c’è più niente
se rimani coi rimorsi è un’emergenza
e rimane poi di porsi bene pensa
bisogni quotidiani rovinati
i soldi come cenere bruciati
i sogni che piano c’hanno lasciati
i fondi di bicchieri consumati

Chiuso in un recinto che sarà
fuori solo chi ha più’ identità
la gente che intorno mormora
ma domani che succederà
ora che va bene tra di noi
mentre tu provvedi ai fatti tuoi
ci ritroveremo ancora qua
e cenere nell’aria volerà

seduti a tavola
qui nella mia città’
e scappare è un’impresa che sazia
evitando anche il colpo di grazia
i ragazzi che c’hanno una età
e lo sai che qualcosa accada’
e scappare è un’impresa che sazia
solo cenere rimarrà’ impressa

Persi nella cenere, cenere, cenere
Ognuno del suo genere, genere, genere
Scappando dalle tenebre
ritorneremo polvere, polvere, polvere

 

SOCIAL

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here